OSTARA

21 Marzo - Sabba Minore

Equinozio di primavera quando luce e ombra sono uguali. Gli Dei risvegliano la Natura la Madre dona fertilità alla terra e il Padre orami adulto accresce le nuove vite che sbocciano.

 

Conosciuto anche come equinozio di primavera o Alban Eiler (“Luce della Terra”), è uno dei sabba minori: Ostara viene festeggiato il 21 di Marzo (anche se a causa delle sue origini, può invece essere celebrato il giorno 25) e segna il risveglio della terra e il rinnovamento della fertilità nella nostra vita spirituale.

Altri nomi con cui questo Sabba può essere noto sono: Oestara, Day Eostre, il Rito di Eostre, Alban Eilir, Festival degli Alberi, e Lady Day. La festa cristiana della Pasqua è molto vicino a questo stesso tempo. Ed è determinata con la prima Domenica dopo la luna piena dopo l'equinozio primaverile.
E’ il momento in cui la Natura tutta reca un messaggio di rinnovamento e di risveglio. L'inverno, duro e lungo, sta ormai svanendo. La Terra si sta svegliando dal suo sonno congelato ed è tempo di gioire della vita, si percepisce calore e un rinnovamento dello spirito. Godetevi i ritmi ipnotici del cerchio del tamburo, gli abbracci di vecchi amici, le risate dei bambini e la gioia di stare insieme. Cerchiamo di ristabilire il contatto con la famiglia, i cari e gli amici, vecchi e nuovi.

Rappresenta quindi, una sorta di capodanno. Ricordiamo anche che nella Roma antica, l’anno aveva inizio proprio nel mese di marzo, dedicato a Marte, padre dei gemelli fondatori della città.

Ancora una volta, giorno e notte sono in perfetto equilibrio, con la luce destinata ad aumentare. Le forze di energia maschile e femminile, yin e yang, sono anche in equilibrio in questo momento.

L’Equinozio di primavera celebra il ritorno della primavera e della vita, l’ascesa della Dea dagli Inferi.

Le energie della natura sottilmente passano dal torpore dell'inverno alla esuberante espansione della Primavera, ed ha un particolare valore soprattutto nel paganesimo dell’area mediterranea dove già all’equinozio il ritorno della bella stagione e il rinnovarsi della natura è evidente. I popoli più nordici come i Celti spostavano questa ricorrenza a Beltane, festa della riproduzione del bestiame con una matrice agricola meno marcata rispetto alle feste dell’area mediterranea, dove è l’Equinozio, o quantomeno i rituali che venivano celebrati in prossimità di queste corrispondenze, in realtà ad avere un’importanza maggiore rispetto a Beltane. Da ricordare che gli Equinozi non sono feste celtiche, ma sono festività che appartengono all’area sud europea.

L’Equinozio di Primavera segna proprio il momento dell’unione in un simbolismo cosmico, legato al risveglio della Natura; a ciò si ricollega il tema del matrimonio fra una divinità maschile, appartenente alla sfera solare, ed una femminile, legata alla Terra o alla luna. Il Dio Sole si accoppia, infatti, con la Giovane Dea Terra.

E 'un momento di grande fertilità, una nuova crescita, e di animali appena nati. La Dea copre con il suo manto di fertilità la terra che la sprigionerà dopo il suo sonno invernale. Il giovane Dio si estende e cresce fino a quando raggiungerà il pieno delle sue forze e della sua età, Egli cammina per i campi verdi e ci delizia con l’abbondanza della natura. In questo giorno venivano accesi dei fuochi rituali sulle colline e, secondo la tradizione, più a lungo rimanevano accesi, più fruttifera sarebbe stata la terra. In questo girono venivano, solitamente irrigati i campi, mentre i Druidi, sfruttando la corrispondenza perfetta tra ore solari e ore notturne, celebrando i loro Riti.

Tradizionalmente, Ostara è un momento per raccogliere fiori di campo, camminare nella bellezza della natura, e coltivare gli orti. Questo è il momento di liberarsi da tutto ciò ancora avete trattenuto dall’ inverno. In questo momento pensiamo a rinnovare noi stessi è il momento della rinascita, dei nuovi progetti, è il momento in cui è possibile realizzare quei sogni che sono nati nel periodo freddo. E’ il momento adatto per aprirsi ai sentimenti e viverli nella loro totalità.

Rinnoviamo i nostri pensieri, i nostri sogni e le nostre aspirazioni, pensiamo di rinnovare le nostre relazioni. Questo è un ottimo momento dell'anno per ricominciare tutto di nuovo o per rivitalizzare qualcosa. Questo è anche un mese ottimo per i rituali di prosperità o rituali che hanno qualcosa a che fare con la crescita. Rinascere con la Natura e fondersi con la Madre Terra, celebrarla e gioire della Vita che sboccia e si manifesta in tutte le sue forme.
Il nome di questo Sabba proviene in realtà da quello della dea teutonica lunare, Eostre. I suoi simboli principali sono il coniglio (per la fertilità e per gli Antichi che la adoravano, spesso vedevano l'immagine di un coniglio nella luna piena), e l'uovo (che rappresenta l'uovo cosmico della creazione). Qui è dove i costumi di "Uova di Pasqua" e "il Coniglio Pasquale" hanno avuto origine.

Il ruolo del coniglio ha due possibili origini. Una storia racconta che il coniglio ha tanto amato la sua Dea Eostre e deponeva uova sacre brillantemente colorate in suo onore e le diede a lei come regalo. Eostre era così felice, voleva che questa gioia fosse condivisa da tutti.Il secondo racconto racconta come Eostre trovato un uccello ferito in mezzo alla neve per aiutarlo a superare l’inverno lo trasformò in un coniglio che mantenne la capacità di fare le uova a causa di una incompleta trasformazione. L’animale per ringraziare la Dea per avergli salvato la vita le regalò le uova decorate. Ancora una volta, lei felice di questo voleva condividere tale meraviglia e gioia con tutti.

Il patrono degli animali della Dea Eostre era la lepre e anche se i riferimenti si sono un po’ perduti, il simbolismo della lepre e del coniglio associati con la fertilità non sono stati dimenticati.
C'è molto simbolismo anche nelle uova. Il globo d'oro del suo tuorlo rappresenta il Dio Sole, il suo guscio bianco è visto come la Dea Bianca, e il tutto è un simbolo di rinascita.
I nostri antenati pagani spesso dipinsero le loro uova di rosso al momento del l’ equinozio di primavera e per il ritorno di Ostara. La decorazione prevedeva qualcosa che simboleggiasse i raggi del Sole e la loro preghiera era rivolta al Sole che avrebbe riscaldato l'uovo, e da esso sarebbe cresciuta una nuova vita.Questi simboli, e la felice consuetudine della festa e della celebrazione, al momento dell'Equinozio di Primavera, sono stati cooptati dal cristianesimo che ha usato gli stessi simboli per deliziare tutti quanti nel giorno di Pasqua.  Qustara è un momento per celebrare l'arrivo della primavera, il rinnovamento e la rinascita della Natura stessa, e il lussureggiante arrivo dell'estate. E 'in questo momento in cui la luce e le tenebre sono in equilibrio, ma la luce è sempre più forte di giorno in giorno.L'Equinozio di Primavera è un momento di nuovi inizi, di azione, di piantare i semi per i cereali, e per sistemare i giardini. La primavera è un momento di rinnovamento della Terra, come tale, è il momento ideale per pulire la vostra casa per accogliere la nuova stagione. Le "Pulizie di primavera” non comprendono un solo sforzo fisico: esse possono essere viste come uno sforzo concentrato per liberare la vostra casa dai problemi e dalle negatività dei mesi passati, e per prepararsi alla prossima primavera e all'estate. Per fare questo, molti Pagani affrontano il compito di pulire le loro case con pensieri positivi. Questi liberano la casa dei sentimenti negativi, determinati da un inverno rigido. Una regola comune per la pulizia di primavera è che tutti i movimenti dovrebbero essere fatti "in senso orario”, con questa usanza si aiuta a riempire la casa con energia positiva per la crescita.

Ostara rappresentate numerose e complesse credenze legate ai nostri antenati. Il sole rinasce dal suo esilio invernale per scongelare la terra, rendendola pronta per l'aratro. La gente si sentiva rinata, gli dei e le dee della fertilità erano attivi ancora una volta nel paese provocando una nuova crescita in tutto il mondo: le donne spesso mostravano i primi segni di rigonfiamento della gravidanza, così come la selvaggia fioritura dei luoghi abitati dall’uomo, la preparazione di solchi per l’agricoltura e il ritorno dei salmoni nei corsi d’acqua .

Tradizione celtica e gallese

La Dea che è diventata di nuovo la fanciulla a Imbolc, accoglie il suo bambino e presto saranno congiunti. Lei lo guarderà crescere con orgoglio. Nelle vecchie tradizioni gli antenati accendevano fuochi all'alba per la protezione delle colture a venire, per una vita rinnovata, e gli animali sopravvisutti durante l’inverno.


Lady Day

In Galles, Ostara era conosciuta come Lady Day il suo significato era quello del ritorno ufficiale della Dea dal suo lungo letargo invernale.Molte persone si sentono "rinate" dopo le lunghe notti d'inverno e di freddo. La germanica Dea Eostre o Ostara (dea dell'aurora), da cui prende il nome la Pasqua, è il nume tutelante di questa festa. È lei, come araldo del sole, che annuncia il ritorno trionfale della vita sulla terra.Le streghe della tradizione greca festeggiare il ritorno dagli inferi di Persefone figlia di Demetra, le streghe nella tradizione celtica vedono nei fiori il passaggio di Olwen.Lady Day può riferirsi anche ad altre dee, ad esempio Venere e Afrodite, molte delle quali hanno festività che si celebrano in questo momento.

Questo giorno è celebrato in un punto intermedio nel ciclo delle stagioni tra Imbolc ( 2 febbraio) e Beltane (1° maggio). A Yule, abbiamo celebrato il ritorno della luce o del sole al mondo e per quanto possa sembrare strano, è ad Imbolc che abbiamo celebrato l’arrivo della Primavera. Ora il giorno e la notte sono perfettamente in equilibrio ed uguali in lunghezza, e la forza del sole sta crescendo. Nella ruota dell’anno, questo festival è seguito da Beltane, cui segue il solstizio d’estate ( 21 giugno), allorchè il sole raggiungerà il suo zenith per poi tornare ad accorciarsi fino a Yule.La Grande Ruota gira senza sosta...... Come Yule, la Signora del Giorno è una delle feste minori della ruota dell’anno, celebrata con meno enfasi rispetto ai Sabba di Beltane, Lammas, Samhain ed Imbolc. Tuttavia, questo è un giorno molto importante, un giorno in cui dovremmo essere allegri, dato che celebra il calore e la forza guaritrice del sole, il rinverdimento della terra e la nascita di nuova vita in primavera. Come per il raccolto del 21 settembre, questo è il festival dell’ equilibrio – in cui ci riuniamo per celebrare l’equilibrio e l’armonia nell’universo.

Come per gli altri festival stagionali antichi, questo giorno è stato in parte assorbito dalla chiesa cristiana ed associato a due giorni santi cristiani. Il primo è la festività dell’annunciazione della Vergine benedetta Maria, che cade il 25 marzo. Il secondo, naturalmente, è la Pasqua. La parola “Pasqua” ha la sua origine nel nome della Dea germanica antica della fertilità e della Primavera, Eostre, Oestara o Ostara, tra i cui simboli sono i nidi delle lepri, le uova degli uccelli, così come la nuova luna, le farfalle ed i bozzoli. I colori di Oestara - Eostre sono tutta la gamma del rosa, blu-chiaro e giallo paglierino chiaro, il verde, così come i colori più forti della Primavera, quali il verde dell’erba, il blu dell’uovo di pettirosso, il viola ed il bianco. Le pietre speciali per questo giorno sono l’opale, l’aquamarina, il quarzo rosa e la pietra di luna.

Gli animali mitici includono gli unicorni, cavalli e centauri alati.

Le piante e le erbe associate con questo festival sono i fiori di primavera, dai croco, ai bucaneve, dalle daffodi ai narcisi, così come il gelsomino, il muschio irlandese e lo zenzero.

Il giorno di festa dedicato ad Ostara era lunare piuttosto che solare e tradizionalmente è stato celebrato dagli antichi sulla prima luna piena dopo l’equinozio di primavera. Al contrario, il giorno santo cristiano di Pasqua è celebrato la prima domenica che segue l’equinozio di Primavera. Per porre una distanza di sicurezza tra il giorno della signora del Giorno e Eostre, la chiesa ha stipulato che se la domenica di Pasqua effettivamente cade in luna piena, (Pasqua) sara’ celebrata la seguente domenica.

l'Equinozio è il giorno in cui la Wicca commemora la discesa della giovane Dea nel mondo sotterraneo e il suo ritorno trionfante alla superficie della terra, portando con sé i doni della luce, del calore e della fertilità per tutta l’umanità, e cio’ fa pensare alle Dee Persephone, Kore, Blodeuwedd, Eostre, Aphrodite, Athena, Cybele, Gaia, Hera, Iside, Ishtar, Minerva e Venere.

E’ inoltre la stagione del giovane dio che fa pensare ad Herne il cacciatore, il pettirosso del bosco, l’uomo verde, Cernunno, il signore della natura, Dagda, Attis, Tammuz, il dio cornuto, Mithras, Odino, Thoth, Osiride.

Qualunque sia la nostra credenza, questo è un periodo in cui celebriamo il trionfo della luce sul buio e sulla morte. La signora del Giorno è (o deve essere) un momento di pulizia e di rinnovamento, un momento per aprire le finestre e lasciare che il vento attraversi la nostra casa (anche quella interiore), ripulendola delle influenze prolungate dell’inverno. E’ inoltre il momento per la pulizia ed il rinnovamento della propria psiche e per portare equilibrio nella propria vita. Le attività della signora del Giorno includono il giardinaggio, la decorazione e la caccia alle uova di Eostre e ai fiori selvatici.

Da un punto di vista del significato esoterico di questo giorno, con l’Equinozio di Primavera, l’Anno Magico mette per la prima volta l’Io di fronte al non-Io, all’Altro. Il percorso del Sole attraverso lo Zodiaco, che si rispecchia nella successione delle stagioni, è la grande lancetta che va di concerto con la crescita spirituale dell’Iniziato che segue l’Anno Magico.

L’Equinozio di Primavera è l’inizio dello Zodiaco, ciò ci indica che anche nella crescita spirituale dell’Iniziato (con Iniziato si intende sempre genericamente chi segue l’Anno Magico, tanto che sia esso in realtà un neofita o un maestro o altro grado qualsiasi) dovremmo assistere ad un nuovo inizio. Così è infatti.

I primi due Festival, Samhain e Yule, avevano come scopo principale quello di soddisfare bisogni di ordine materiale, ossia la “fame”, intesa come l’insieme delle necessità di base dei nostri tempi, compreso un certo sovrappiù, il desiderio da esaudire. A livello spirituale iniziava però un lavoro sotterraneo di preparazione che porta alla grande Purificazione di Imbolc, il cui scopo elettivo è di rimuovere gli angoli taglienti del dolore inconscio legato ai ricordi, opera di purificazione che si approfondisce ad ogni Anno e che permette di liberarsi degli schemi di comportamento sbagliati e di ricostruirne dei nuovi. La fase che va da Imbolc ad Oestara - Ostara e soprattutto oltre è caratterizzata da una crescente acquisizione di baldanza, di desiderio di sperimentare nuove vie, di rinnovata voglia di vivere, ed è proprio a questo punto, quando si assiste all’esplosione delle forze della Primavera, che lo Zodiaco ci pone il primo impatto con il non-Io, con “l’altro” che non deve più restare l’antagonista dell’Io.

Chi è felice con se stesso per un nuovo progetto che sta per cominciare vive un momento di grande ottimismo e di positività e tende a trasmettere questa positività anche al prossimo, chiunque esso sia: conoscente, amico, cliente o persona incontrata per caso. La liberazione dal dolore inconscio operata da Imbolc ha ridotto gli schemi di chiusura, di eccessiva difesa, di mancanza di socialità e permette di stringere legami più profondi con gli altri e di essere più disponibili, fino ad avere percezioni extrasensoriali sui fatti che li riguardano.

Nello specifico del Festival dell’Equinozio questo aprirsi agli altri passa, se vogliamo, per la porta più facile, perché è quella dell’amore. Si tratta comunque di una porta facile solo all’apparenza perché la necessità di dover accettare e di farsi accettare da un’altra persona è un passo non piccolo.

In ciò si deve leggere una chiara indicazione che il singolo individuo, la persona, per continuare a crescere deve confrontarsi con gli altri e in, modo concreto, come primo passo deve accettare e ricambiare l’amore di un altro essere umano.

L’Asse Equinoziale è fortemente carico di pianeti sessuali (Marte, e Plutone dal lato dell’Ariete, Venere e Proserpina dal lato della Bilancia) che ci indicano che il primo ridimensionamento del Sole-Egoità nei confronti di Saturno-Altri è comunque molto spronato dagli istinti sessuali ed è solo in parte una rinuncia al proprio egoismo e, in soggetti involuti, rischia di non riuscire ad emergere mai dalla sfera dell’egoismo. Ciò spiega la facilità con cui oggi avvengono le separazioni, proprio perché, da entrambe le parti, nessuno è mai veramente uscito da una visione egoistica ed egocentrica e al primo serio problema non sa vedere la cosa da altri punti vista, se non dal suo.

L’Equinozio viene a rappresentare dunque un punto cardinale nell’evoluzione di una persona, da un lato è la rinuncia necessaria e drammatica dell’Io alla propria unicità, dall’altro è l’inizio di ciò che gli antichi chiamavano “Ingresso dell’Albero” (Arbor Intrat), e che oggi molti chiamano “consapevolezza” o, all’orientale, “non-dualità” (Brahman è tutto, e “tu sei quello”, cioè sei Brahman come ogni altro individuo, non c’è separazione). Un vero cammino spirituale è sempre fonte di accresciuta felicità e l’individuo che accresce la propria consapevolezza attraverso il Festival di Oestara, oltre alle azioni specifiche riportate nelle pagine centrali, ottiene due grandi benefici personali:- La propria intima soddisfazione.- La nascita di maggiore veggenza verso se stesso e gli altri. Si sviluppa cioè la percezione degli eventi che capiteranno a se stessi e agli altri. Nei confronti degli altri si colgono proprio gli eventi mentre per se stessi si colgono più delle suggestioni che inducono a prendere scelte precise e a scansarne altre.

 

Primavera è la stagione del risveglio della natura. L’improvviso sbocciare dei fiori, il volo degli uccelli migratori che fanno ritorno e la gioiosa danza di accoppiamento degli animali hanno sempre rappresentato un richiamo ancestrale molto potente, oltre che una fonte di inesauribile ispirazione per poeti e artisti. Il simbolo della Primavera è il tenero trifoglio, associato al triskele, la ruota sacra a quattro braccia, mentre i suoi colori sono tutte le tinte pastello, e in particolare il rosa, che ci ricorda i rami dei peschi in fiore. Est è la sua direzione, quella dove sorge il sole, che è anche sede dell’elemento aria. Impalpabile e leggera, l’aria ci ricorda tutto ciò che è fluido, mutevole e impermalente.Essa ha un'energia di "disponibilità", è esposta a contatti e influenze (il fuoco la riscalda, l’acqua la appesantisce), e come il vento di primavera, non è possibile imprigionarla poiché la libertà le appartiene.Per analogia, e poiché noi tutti vibriamo nella stessa energia della natura, anche gli esseri umani come gli animali e le piante sperimentano in primavera un desiderio di apertura, che spinge a fare nuovi progetti, a creare nuovi scambi e desiderare nuovi incontri.E’ un po’ come se si risvegliasse ogni volta, con l’arrivo della primavera, l’emozione della giovinezza, con tutto il carico di inquietudine, curiosità e allegria che la caratterizza.Innumerevoli sono i poemi, i miti e le allegorie che l’umanità ha saputo creare intorno al tema del risveglio della natura dopo il sonno invernale.Altrettanto numerose sono le Dee che le varie tradizioni hanno collegato a questa stagione, che archetipicamente rappresenta quella fase della vita che segue l’infanzia ma precede la maturità: la fanciullezza, quel tempo in cui tutto deve ancora accadere e la vita appare piena di possibilità. Quasi ogni cultura ha prodotto la sua Dea della primavera, o dea del mattino o della luna crescente. Molti dei miti sulle divinità associate ai viaggi nel misterioso mondo sotterraneo,e alla lotta per tornare nel mondo dei vivi sono legati a Ostara.  

 

Corrispondenze:



Data: Equinozio di Primavera (marzo 20-24 Emisfero Nord, 20-24 Settembre nel sud Himsphere)Tipo: Sabba MinorePronuncia: Ostara "os tar 'a", "Oh-star-ah", "OHS-truh". Eostre "EST-truh", "East-ra" o "yo'ster"

Simbolismo: Forza, la rinascita, il completamento, nuovi inizi, incarnazione dello spirito, la fertilità, promessa rinnovata di vita, l'unione della Dea e il Dio, una risurrezione di vita, festival di equilibrio , i giovani, è una celebrazione del ritorno della vita sulla Terra.

Etimologia: L'Equinozio di Primavera, Ostara era conosciuto con molti nomi e si crede sia vagamente collegato a Ishtar / Astarte / Esther, ma soprattutto Ostara / Eostre, una dea della primavera, di fertilità e rinascita. In gaelico l'equinozio di primavera è Là Meadhonach, Earraich (“Giorno Medio della primavera"). Mean Earraigh ("Metà Primavera") in irlandese. In Gallese sarebbe Calon y Gwanwyn ("Metà Primavera"), anche se ancora una volta, alcuni potrebbero preferire Calon y Gwanwyn (" Cuore della Primavera").

Posto nel ciclo naturale: La primavera è ormai sulla Terra. Ostara è la festa solare che segna il passaggio dal buio alla luce la metà dell'anno: giorno e la notte sono di eguale lunghezza. In questo giorno, il sole sorge ad est e tramonta a ovest. Il tempo della primavera nell'anno va da Imbolc a Beltane, in modo che Ostara segna il punto centrale della primavera. A Ostara, la vita sta tornando alla terra in modi evidenti e quindi, la natura dimostra le associazioni tra la festività e l'ascesa della luce. Gran parte del bestiame è nei pascoli, o sta nascendo. La stagione della semina è ormai entrata nel vivo. Nei tempi antichi, molti dei cacciatori delle tribù deponevano le lance e gli archi per prendere l'aratro in questo periodo..

Mitologia pagana: Il Dio diventa un giovane uomo e sconfigge il suo alter-ego, l'unione sessuale del Signore e della Signora, germinazione, inverdimento, equilibrio di luce e buio. La Dea e Dio stanno vivendo un momento di trasformazione, maturazione, di meraviglia e di novità. Essi sono molto simili ed equilibrano il tempo.La Caccia Selvaggia segna questo tempo. Il suo leader, il Dio Cornuto, dopo aver vagato per le campagne prende il suo posto come il re giovane della foresta.Animali: conigli, serpenti, unicorni, lepri, i pettirossi, i draghi (associata con le uova la terra e la fertilità), agnelli, pulcini.

Decori dell’altare : Narcisi, tulipani, violette, iris, narciso, i fiori primaverili, uova, farfalle, bozzoli, cestini, uova, agnelli, pulcini, coniglietti, ramoscelli in bocciolo, lampadine, nastri colorati che spuntano.

Simboli : Uova, conigli, farfalle, draghi, fiori e alberi, croci dalle braccia regolari, abiti nuovi

Erbe e Fiori: Caprifoglio, Iris, Peonia, Violetta, Stellina Odorosa, Ginestrone, Olive, Iris, Narciso, giunchiglie, Primrose, Forsizia, Zafferano, tutti i fiori primaverili, Pino, Margherite, Asperule, Ginestra, Celidonia, Dente di Leone, Gelsomino, Rosa e Tanaceto.

Alberi: Ciliegio, Corniolo, Forsizia, Salice.Mese celtico: Fearn (Ontano)

Pianeta: Marte, MercurioSegno zodiacale: Sole è a 0° in Ariete (21 marzo-19 aprile)

Luna: Luna della Linfa, Luna della Semina. Luna del Seme, Luna dei Venti, Luna dell’Aratro, Luna del Rinnovamento. Luna di Pasqua, Luna del Vigore, Luna del Corvo.

Incenso: Violetta, gelsomino, rosa, salvia, fragola, incenso, mirra, sangue di drago, cannella, noce moscata, aloe, benzoino, muschio, loto.

Elemento: AriaStrumenti musicali: strumenti a fiato

Pietre: Ametista, acquamarina, diapro rosso, quarzo rosa e pietra di luna.

Dee: Eostre, Persefone, Demetrea, Kore, Arrtemide, Diana, Era (la vergine) Afrodite, Ochun, Flora, Gendenwitha, Freya, Nerthus, Frigg, Kono-Hana-Sakuya-Hime, Blodeuwedd, Ushas, Xochiquetzal, Athena, Gaia, Cybele, Isis, Ishtar, Minerva, Venere, Vernunnus, tutte le dee collegate all’ amore, dee vergini, dee della fertilità.

Dei: Pan, l'Uomo Verde, Balder, Freyr, Cernunnos, Bucca, Herne, dei Cornuti, Attis, Mithras, Odino, Thoth, Osiride, tutti gli dei dell’ amore, del canto e della danza e gli dei della fertilità, dei Solari.

Colori:giallo limone, verde e rosa pallido, oro, tutti i pastelloSoglia: l'albaDa non fare: Ostara è il momento di indossare i vestiti nuovi. Si pensa porti sfortuna indossare qualcosa di vecchio.

Candele : dorate, Gialle, verdi, pesca e colori pastello

Oli: gelsomino, rosa, salvia, lavanda, narciso, zenzero

Gli studi magici: Purificarsi l’area del petto e del torace magicamente, fare un elenco di tutto ciò che deve essere sostituito. Inizia a raccogliere erbe e fiori per fare incenso, oli, e così via. Questo è un buon momento per studiare la natura e la magia della fertilità. Dopo una fisica “ pulizia di primavera”, una purificazione spirituale della casa e la proprietà. Riformulare incantesimi di protezione, cerchi, benedizioni, ecc e i guardiani posti a tutela nella proprietà e nella casa.

Meditazioni: Ostara è un momento di equilibrio e questa è l'occasione ideale per riflettere su come il nostro equilibrio maschile e femminile le energie dentro di noi, esaminare dove si potrebbe essere sbilanciati e dove si potrebbe aver bisogno di lasciar andare il passato e prepararsi per un futuro fertile . Meditate sui piani per il futuro in questo momento di crescita e di fertilità e come possiamo svilupparli. Meditate sul risveglio della terra, sulla semina primaverile, e sulla nuova crescita.

Falò: Ontano, corniolo, ginestra,, biancospino, caprifoglio, oliveto, cespuglio di rose di bosco, cespugli di salvia. Uguali quantità di quercia e agrifoglio.

Calderone: Semi, Fiori di primavera, giovani germogli o lasciati vuoti per bruciare obiettivi scritti.

Ornamenti personali: indossare fiori, tutti i simboli della Primavera. La veste deve essere intonata ai colori della stagione.

Lavoro Magico: sono raccomandati lavori per migliorare la comunicazione e l'interazione di gruppo, così come la fertilità, l'equilibrio e l'abbondanza. Liberarasi da legami cattivi, la fertilità magica, gli obiettivi per il futuro, la guarigione magica, nuovi inizi, l'amore magico, crescita positiva. Tutte le magie della natura e del giardino sono appropriate. Onorare amici e famiglia.

 

Attività:

 



- Uscite e raccogliere fiori selvatici se sono nella zona.

- Uscire in Natura. Fate una passeggiata intorno al quartiere o in un parco preferito. Passeggiare per campi e boschi osservando la rinascita di tutta la natura .Vedere come le piante stanno crescendo quali sono in fioritura, quali ancora nella morsa dell'inverno. Sentire l'aria; sentire i profumi di Ostara. Fare spazio per un giardino, o iniziare portare piante e fiori sul balcone o al chiuso. E 'troppo presto in questo momento per piante da frutta e verdura, le gelate possono colpire ancora soprattutto nelle zone di nord-ovest. Ma è possibile estirpare le erbacce, pulire il luogo dove avete intenzione di fare un giardino e si può iniziare a seminare in casa. E’ il momento ideale se avete lo spazio per progettare un giardino magico.

- Ripulite il vostro giardino, parco o spiaggia preferito dalle cartacce e dai rifiuti, o semplicemente dalle foglie secche, aiuta la terra ringiovanire sbarazzarsi della confusione. Anche un'ora di pulizia può fare una grande differenza.- Eseguire un oomancy (divinazione con le uova). È una delle piu antiche divinazioni per farla è necessario separare albumi e tuorli. Quindi fare cadere il bianco in acqua calda e guardare che forme assume.

- Disegnare la germinazione foglie su un uovo e seppellirlo nel tuo giardino per contribuire a stimolare le piante.

- Eseguire una magia di accrescimento piantando insieme a un seme il vostro incantesimo. È possibile utilizzare l'energia di questo periodo dell'anno per alimentare un nuovo progetto o obiettivo. Pensate a come si desidera cambiare e crescere, mentre piantare il seme e vederlo fiorire insieme a voi.

- Fai gli “hot cross buns” panini dolci e speziati.- Usa una coppia di candele bianche e nere, che simboleggiano buio e luce, in diverse aree della vostra casa per onorare l'equilibrio di luce e buio in questo periodo dell'anno, e l'equilibrio di luce e buio dentro di te.

- Tingere le uova con colori naturalei e creare sopra di esse decorazioni con simboli magici: rune, simboli astrologici, simboli elementari, l'alfabeto tebano, zodiaco / simboli planetari, la scrittura Ogham, simboli lunari e solari, stelle, pentacoli, i geroglifici egiziani, simboli della Dea e del Dio.

- Regalare una pianta in vaso ad amici o parenti per il loro giardino o per il davanzale della finestra.

- Collegarsi con le energie delle piante. Scegli una pianta e trascorri del tempo ad esplorare le foglie e steli in grande dettaglio, facendo attenzione a non danneggiarla. Utilizzare una lente di ingrandimento. Sentite le texture e respirare il profumo della pianta.

- Indossate fiori nei capelli, o come una collana, e spargerteli in giro e sul tuo altere.- Riempite la casa con fiori primaverili

- Offerte di cibo e latte vengono lasciate per le fate e gli spiriti del luogo che sono responsabile della fertilità della terra. Lasciare alcuni tra i frutti dell'ultimo raccolto per gli spiriti della natura

.- Se non hai fatto le pulizie di primavera a Imbolc è il momento ideale per pulire la casa per accogliere la nuova stagione.

- Meditate sui nuovi inizi, sull’est, sulla via dell’etere, e sull'alba

- Accendere una candela per Ostara Eve, e date una benedizione agli spiriti in partenza con l'inverno. E benedite gli spiriti della Primavera in arrivo.

- Con la vostra famiglia, reale o spirituale ma anche da soli create unadanza che rappresenta il sorgere di nuovi germogli dalla terra per salutare il sole. Create la vostra musica con tamburi, sonagli e fischietti, o scegliete una musica che ti ricorda di primavera. Sdraiatevi su una coperta, e guardare l'alba. Mangia dolci miele e uova per la colazione

.- Organizzate una caccia delle uova con la famiglia

.- Accendete un falò all'alba del Equinozio per onorare la mezza luce dell'anno.- Fate incantesimi per la carriera, le relazioni e l’ amore. E 'un tempo per piantare nuove idee. Cercate l'armonia e l’equilibrio nell’ incredibile energia della stagione, e la salute, buona fortuna, e la fiducia nel raggiungimento degli obiettivi.- Riconsacrare gli strumenti.

- Mescolate la terra alle ceneri del falò di Ostara per poi piantare le vostre piante o semi.- Una tradizione popolare che si è perduta perche non integrata nella Pasqua cristiana era quella che prevedeva di fare sesso in campi arati di fresco. Questa tradizione è venuta dai contadini pagani che finita l'aratura e la semina dei loro campi, una volta che i raccolti sono stati tutti piantati, facevano l'amore nei campo, l'idea era che la fertilità del loro atto sessuale avrebbe aiutato le piante a crescere e dare un raccolto abbondante. Un'altra variante di questo   era l’usanza di cavalcare scope e forconi recarsi sul campo seminato e fare grandi balzi in sella ai bastoni, per mostrare al grano quanto alto doveva diventare ( si presume che da qui derivi anche il “volo delle streghe”). Questo è un esempio di magia simpatetica, dove si suppone che le colture imitassero le azioni della famiglia del contadino.

- La cena della sera di Ostara potrebbe essere un occasione per un primo picnic della stagione, anche se si è costretti a cenare/pranzare su una coperta in soggiorno. Cibatevi di frutta fresca sin dal mattino e poi uova e vegetali. Cucinare le uova con una salsa piccante alle erbe, secondo i tuoi gusti e quelli dei tuoi commensali; si possono usare peperoncino, prezzemolo, basilico o erba cipollina, ecc.

.- Scrivete una poesia primavera e riponetela sotto il cuscino del vostro bambino in modo che la trovi al momento di coricarsi.

- Spalancare le finestre ed immaginare che il vento, anche uno freddo, soffia fuori l'energia rafferma e le vecchie abitudini di cui ci si vuole liberare. Questo può essere fatto il giorno delle pulizie di primavera.

- Mentre il sole tramonta accendete tante candele e mettete la vosta musica preferita per ballare e onorare l’arrivo della primavera.

- Eseguire la magia del “ restituire alla terra”. Sollevate e inviate l'energia per ritornare alla Terra, nostra madre, assorbite e rinviate abbondanza e fertilità.

- Onorate la Dea della primavera o la Terra o un Dio a vostra scelta, o una Dea o un Dio di equilibrio

.- Se vivete vicino ad un fiume o uno stagno si può cercare i girini nell'acqua. (Siate sicuri di tornare più tardi per vedere le rane, che sono cresciute da quelle minuscole creature)

- Prendetevi tempo per vedere quali uccelli sono tornati dopo la migrazione invernale.

-Accendere una candela verde in un piatto pieno di terra umida, lasciarla bruciare e poi seppellire ciò che resta, come dono alla Terra.

 

Fonti:

www.heartpaganism.tumblr.com
www.cittadiluce.forumattivo.eu

www.ilsalottodellastrega.myblog.it

www.witchofforestgrove.com

Ricerche personali.

L'arte della Strega - D. Morrison

Wicca - S. Cunningham