IMBOLC

1- 2 Febbraio - Sabba Maggiore

In Gaelico  “nel Grembo”. La dea si riprende  dalle fatiche della gravidanza e iniziano a vedersi i primi segni di questo nella natura che cominci a rinascere. Il Dio ancora molto giovane inizia a liberare i primi passi e la sua forza in ascesa riscalda sempre di più giorni.

 

 

Imbolc ("IM-bulk" o "Em-bowlk") Questa festività, che da noi prende il nome di Candelora, negli Stati Uniti probabilmente è più conosciuta come Groundhog Day (il Giorno della Marmotta). E’ uno degli otto sabba principali. La parola Imbolc significa letteralmente "nel grembo"oppure deriva dalla parola gaelica "oimelc" che significa "latte di pecora"  perché questo è il periodo della lattazione  delle pecore che danno mangiare ai loro agnelli che nasceranno della nuova stagione. Nessun altro nome potrebbe essere più appropriato, perchè questa festività celebra i primi movimenti della Terra mentre risponde al richiamo della primavera. E anche se si tratta decisamente di una festa del fuoco, qui l'enfasi non è tanto sul calore quanto sulla luce. Perchè la luce è necessaria per illuminare il percorso della primavera in modo che non si perda o, peggio ancora, che non si dimentichi di rinnovare la Terra con i nuovi germogli. Questo è anche il motivo per cui tutte le candele che verranno usate nelle attività magiche dei prossimi dodici mesi vengono benedette in occasione di questa festa. Uno dei temi di questa festività riguarda la preparazione del letto di Brigida o Brid. Si tratta di un cestino riempito di rafia e decorato con edera e nastri di raso bianco. Al suo interno viene poi messa una bambola di granoturco, vestita come una sposa, insieme a un simbolo maschile. Questo rappresenta il primo incontro intimo tra la Dea Fanciulla e il Giovane Signore, e assicura fertilità nei mesi a venire.
Nella tradizione celtica si celebra il 1 ° febbraio o durante la una piena in Acquario. Altri nomi noti comprendono Imbolg, Imbolic (Celtico), Imbolgc Brigantia (Tradizione Caledonii, o Druidi), Candlelaria (artigianato messicano), Disting (Tradizione teutonica - celebrata il 14 febbraio), Candelora (alcune tradizioni pagane ), la Festa della Candelora e la Giornata di Santa Brigida (Christiani), Oimelc, Giorno Brigida, Luperco (Stregoneria), la Festa delle Luci, la festa della Vergine, il Festival di Bucaneve, o il Festival delle Luci. Esso segna il punto centrale della metà oscura dell'anno ed è la festa della Vergine, perché da questo giorno fino a Ostara, è la stagione in cui Terra si prepara per la crescita e il rinnovamento. Gli animali da branco hanno o daranno alla luce i propri cuccioli, i loro grembi sono gonfi e il latte della vita sta scorrendo nei loro capezzoli e nelle mammelle. Imbolc è il momento per onorare la Vergine Dea, insieme ai primi segni di ritorno alla vita in una Terra ancora gelata dall’ inverno. In molti luoghi, il fiore croco è uno dei primi a mostrarsi spuntando in mezzo alla neve, e così è anche un simbolo di questo Sabba.

Il tema più comune, tuttavia, è quello della purificazione. Questo pecche anticamente i contadini facevano dormire all’ interno delle loro case anche gli animali domestici per poterli proteggere dal freddo, una vota che iniziava a giungere la bella stagione gli animali venivano rimessi fuori e quindi era possibile cambiare la paglia dei giacigli e utilizzare biancheria fresca per coprirli dopo tanto tempo. Un altro “simbolo di purificazione” stava nel bruciare , come ancora oggi si fa le decorazioni di Yule, lasciando cosi andare via il “vecchio per il nuovo” Questo non è solo un momento, per la purificazione fisica, ma può essere utilizzato per scopi personali,  come la purificazione spirituale. Può essere un momento di digiuno, non solo, per pulire l’organismo ma anche per ridondare come vivendo i nostri antenati, quando il cibo era scarso.
Può anche essere un momento per mettere quelle attività personali ancora non terminati al fine, per chiedere perdono, e per perdonare se stessi. Un tempo per fare l'inventario dei rapporti e l'occupazione, un momento di lasciar andare di persone e beni materiali, che non servono più i nostri bisogni spirituali.
E’ un buon momento per la benedizione dei semi e la consacrazione di attrezzi agricoli, cosi come delle candele. Il cerchio, infatti, viene spezzato, e per mente, corpo e spirito è paragonabile alle pulizie di primavera. Ci sbarazziamo di quello che non ci serve più - cattive abitudini, vecchie idee, preconcetti, aspetti del carattere poco gradevoli e così via - per lasciare spazio a cose nuove ed eccitanti. Apriamo la mente e lo spirito al cambiamento e a tutto ciò che questo implica. E così facendo, accogliamo la nuova vita - una fertile, meravigliosa esistenza che fa rinascere il cuore e lo spirito, quell'esistenza che abbiamo sempre voluto vivere.

Durante il periodo prima di Imbolc, si può provare la sensazione di "attesa di sentirsi soli nel buio" Un tempo che può sembrare passivo, ma che in reltà, è davvero un momento attivo. La sua attività è quella di preparare a “risvegliare”, di potenziare, un tempo per preparare se stessi a liberarsi er lasciarsi andare. E 'un momento di speranza per il futuro.
Il Dio rinasce nel suo aspetto solare a Yule; a Imbolc lui vive nello spirito animale e alcuni aspetti in quello vegetale. Imbolc, si verifica nel momento più freddo e più cupo dell'anno, quando la primavera sembra lontana, segna il tempo le giornate diventano più lunghe e la neve, il ghiaccio, e tutto ciò che è congelato inizia a sciogliersi spontaneamente, la vita comincia a muoversi nella terra in pieno inverno. La terra tornerà alla vita e ancora una volta è tempo di ricominciare. In questo giorno si celebra il ritorno della luce, nuovi inizi, la fertilità della terra che viene mostrata a noi in cose come il rigonfiamento delle gemme, sui rami nudi. Nella vecchia Scozia, il mese cadute nel bel mezzo del periodo noto come Faoilleach, il mese del Lupo, era noto anche come 'marbh mhiòs, mese morto. In questo mese Corvi iniziano a costruire i loro nidi e le allodole si diceva  iniziassero a cantare con una voce più chiara.
Imbolc  era un momento di speranza perché ciò voleva dire che anche per quest’ anno la comunità sarebbe sopravvissuta. Gli animali avrebbero partorito le mucche e le pecore avrebbero iniziato così a produrre latte e le galline e le oche a deporre le uova, grande fonti di sostentamento che fin ora nel periodo invernale e freddo erano andate scarseggiando.
Come le giornate si allungano, i germogli selvatici spingono attraverso la neve ei campi scongelati possono essere arati e pronti per la prossima semina. Sulla ruota dell’ anno le stagioni sono quattro ma Imbolc determina il terzo sabba del Freddo e anche se non è riconosciuto per molte tradizioni questa era la festa del ritorno della primavera.
Questo Sabbat è sacro a Brighid il cui nome significa "Il Sublime" che è anche conosciuta come Brigid, Bridget, Brighid, Brighde, Briga o Sposa e alcuni studiosi considerano il suo nome abbaia origini sanscrite con il termine di vedico brihati, un epiteto del divino. Lei è la Dea di ispirazione, della tessitura, della produzione di birra, della poesia, della saggezza, della guarigione, della fertilità, dell’ostetricia, della riflessione, della meditazione,  con una grande conoscenza,  dell’ intelligenza, della comprensione e del lavoro del fabbro, chein seguito venne poi venerata come santa cristiana. Essa è strettamente collegata con il bestiame e gli animali domestici. Era anche la guardiana del Torc Triath, re dei cinghiali, che diede il nome a Treithirne, una pianura in West Tipperary. Questi tre animali totem  furono utilizzati per sollevare un grido d'allarme se l'Irlanda era in pericolo. Si dice anche che il serpente Brighid emerge dal ventre della Madre Terra, per testare il clima, e pare essere il Giorno della Marmotta:


Oggi è il giorno della sposa;
Il serpente entra dal foro,
Non molestare il serpente,
Né il serpente molesterà me.

Il 2 febbraio sia che si tratti soleggiato o nuvoloso, quando la marmotta esce dalla sua tana determinerà il meteo per il resto dell'inverno. In Scozia il serpente era considerato l'oracolo di questo giorno. I serpenti sono stati associati con la dea Brighid, la luna, il sole, il mondo di sotto, tumuli, e la terra. Nei climi freddi come la Scozia, i serpenti vanno in letargo durante l'inverno. Scompaiono nei loro buchi nella terra come le radici di piante e alberi. Questo porta alla verità letterale delle leggende perché i serpenti dormono sotto le redici di alberi sacri come il Sorbo associato anch’esso alla dea Brigid.  Durante il giorno della sposa  un usanza antica documentata da Alexander Carmichael  era quella di battere la terra con un pezzo di torba infilato in una calza recitando una runa come quella sopra. Questa pratica aveva lo scopo di risvegliare i serpenti per far sapere loro che la primavera era tornata ed era tempo di venir fuori.  Questo rito è simile a quello greco per invocare Ade, con le mani si danno colpi sulla terra per ottenere l’attenzione del dio e per fare la propria richiesta

Sveglia perché siamo stufi dell’ inverno e del freddo!
Sveglia per il Sole che si sta rafforzando!
Svegliatevi perché è tempo per crescere il nuovo verde! "
Hai lasciato la tua pelle in autunno
e ora è tempo di rinascere!


Nei culti del serpenti una volta abbondavano nelle religioni precristiane, ma a causa di un fraintendimento del Libro della Genesi, nella Bibbia il serpente è stato dipinto come il male e associato con il Diavolo. Le storie di San Giorgio che uccide il drago e San Patrizio a caccia di serpenti fuori d'Irlanda sono metafore per la distruzione del culto pagano. Tumuli di serpente si trovano in Scozia (Loch Nell), Canada (Keene, Ontario), e negli Stati Uniti (Ohio). Quanti altri tumuli di tutto il mondo si perdono nelle sabbie del tempo e non lo sapremo mai, ma ci sono altri resti del culto del serpente: Le pietre dei Pitti, pitture rupestri preistoriche di serpenti, i serpenti di Cernunnos al calderone Gundestrup, i serpenti di Ecate su amuleti e medaglioni antichi, e molti miti in tutto il mondo  dipingono i serpenti come creatori, guaritori, psicopompi, messaggeri sotterranei, e maghi. Ci sono anche molti racconti popolari in Nord America di spiriti di serpente pericolosi e potenti che si crede siano maghi  potenti in grado di e mutar forma come Sisiutl, Jipijka'm, Weewillmekq ', Angont, e molti altri. La maggior parte di loro sono serpenti di mare, lago, fiume o serpenti, ma si credeva fossero in grado di viaggiare sulla terraferma. Quasi tutti erano cornuti che collega ancora una volta loro a serpenti mitologici dell'Europa come il dio Veles slavo. Grandi serpenti cornuti che possono viaggiare tra i tre regni di acqua, terra e cielo ricordano un sacco di draghi .
Il serpente è l'essenza stessa del genius loci. È lo spirito della terra e la terra stessa. E 'facile vedere come i nostri antenati sono arrivati a questa conclusione, entrambi dipendono dal calore del sole, il serpente che cambia pelle, la terra perde il suo Green Man, ed entrambi rinascono di nuovo. Sbriciolato foglie marroni sbriciolando la pelle secca.

Molti pagani durante la celebrazione di  Imbolc attuano una rappresentazione delle Cailleach la vecchia strega dell’ inverno che viene sconfitta dalla Brigid, ma questa storia non ha basi veritiere.  Esaminando la tradizione scozzese si scopre infatti che Brigid non è una vera dea della Primavera,  Lei è meramente la verde terra se stessa riflessa nei cicli del Sole e della Luna. Allo stesso tempo resta un simbolo di questa festa perché essa è legata al fuoco e alla primavera che cadeva in questo momento per i Celti.
 Brigid è la patrona di Imbolc. La Dea - che era contemporaneamente la protettrice dei fabbri, dei poeti e dei guaritori - rappresenta:
* il fuoco dell’ispirazione come patrona della poesia
* il fuoco del focolare, come patrona della guarigione e fertilita’
* il fuoco della forgia, come patrona dei fabbri e delle arti marziali.
Nell’Europa celtica era onorata Brigit (conosciuta anche come Brighid o Brigantia), dea del triplice fuoco; infatti era la patrona dei fabbri, dei poeti e dei guaritori. Il suo nome deriva dalla radice “breo” (fuoco): il fuoco della fucina si univa a quello dell’ispirazione artistica e dell’energia guaritrice.
Brigit, figlia del Grande Dio Dagda e controparte celtica di Athena-Minerva, è la conservatrice della tradizione, perché per gli antichi Celti la poesia era un’arte sacra che trascendeva la semplice composizione di versi e diventava magia, rito, personificazione della memoria ancestrale delle popolazioni.La capacità di lavorare i metalli era ritenuta anche essa una professione magica e le figure di fabbri semi-divini si stagliano nelle mitologie non solo europee ma anche extra-europee; l’alchimia medievale fu l’ultima espressione tradizionale di questa concezione sacra della metallurgia.Sotto l’egida di Brigit erano anche i misteri druidici della guarigione, e di questo sono testimonianza le numerose “sorgenti di Brigit”. Diffuse un po’ ovunque nelle Isole Britanniche, alcune di esse hanno preservato fino ad oggi numerose tradizioni circa le loro qualità guaritrici. Ancora oggi, ai rami degli alberi che sorgono nelle loro vicinanze, i contadini appendono strisce di stoffa o nastri a indicare le malattie da cui vogliono essere guariti.
Sacri a Brigit erano la ruota del filatoio, la coppa e lo specchio.
Lo specchio è strumento di divinazione e simboleggia l’immagine dell’Altro Mondo cui hanno accesso eroi e iniziati. La ruota del filatoio è il centro ruotante del cosmo, il volgere della Ruota dell’Anno e anche la ruota che fila i fili delle nostre vite. La coppa è il grembo della Dea da cui tutte le cose nascono.
Cristianizzata come Santa Bridget o Bride, come viene chiamata familiarmente in gaelico, essa venne ritenuta la miracolosa levatrice o madre adottiva di Gesù Cristo e la sua festa si celebra appunto l’1 febbraio, giorno di Santa Bridget o Là Fhéile Brfd.
Riguardo questa santa, di cui è tanto dubbia l’esistenza storica quanto certa la sua derivazione pagana, si diceva che avesse il potere di moltiplicare cibi e bevande per nutrire i poveri, potendo trasformare in birra perfino l’acqua in cui si lavava!
A Santa Bridget fu consacrato il monastero irlandese di Kildare, dove un fuoco in suo onore era mantenuto perpetuamente acceso da diciannove monache. Ogni suora a turno vegliava sul fuoco per un’intera giornata di un ciclo di venti giorni; quando giungeva il turno della diciannovesima suora ella doveva pronunciare la formula rituale “Bridget proteggi il tuo fuoco. Questa è la tua notte”. Il ventesimo giorno si diceva fosse la stessa Bridget a tenere miracolosamente acceso il fuoco. Il numero diciannove richiama il ciclo lunare metonico che si ripete identico ogni diciannove anni solari.
Inutile ricordare come questa usanza ricordasse il collegio delle Vestali che tenevano sempre acceso il sacro fuoco di vesta nell’antica Roma, ma più probabilmente la devozione delle suore di Kildare si ricollega alle Galliceniae, una leggendaria sorellanza di druidesse che sorvegliavano gelosamente il loro recinto sacro dall’intrusione degli uomini e i cui riti furono mantenuti attraverso molte generazioni.
Allo stesso modo, nel monastero di Kildare solo alle donne era concesso di entrare nel recinto dove bruciava il fuoco, che veniva tenuto acceso con mantici, come ricorda Geraldo di Cambria nel 120 secolo. Il fuoco bruciò ininterrottamente dal tempo della leggendaria fondazione del santuario, nel 60 secolo, fino al regno di Enrico VIII, quando la Riforma protestante pose fine a questa devozione più pagana che cattolica.

Alcune rappresentazioni di Imbolc sono le bambole di grano o di mais per esempio per quanto riguarda le isole britanniche , per i nativi americani invece si trattava di vere e propie bamboline di grano fatte con quello che era avanzato dalle celebrazioni di Lammas o di Mabon. I gambi venivano impiegati per queste rappresentazioni mentre i semi delle teste venivano seminati in primavera. La bambola di grando a Imbolc propiziava il successo del futuro raccolto che con essa si invitava a crescere più forte Fare un offerta di bambole di Mabono Lammas a Imbolc, rafforza il rapporto tra raccolta e stagioni di semina. Un altro motivo per cui venivano e vengono confezionate bambole di grano è quello di rappresentare il corteggiamento della fanciulla -Dea e il Dio e invitarli all’ unione in un "letto", lasciato poi davanti al fuoco o in  un altro luogo significativo.
Le bambole di grano possono essere fatte molti modi diversi, e non devono assumere necessariamente una forma umana a meno che non lo si desidera. Sono fatti di covoni di grano o altri cereali, come la paglia, grano o orzo. Le pulegge sono formano una parvenza di "bambola", piegando, ripiegando e legando qua e là. Nello stesso modo si confezionavano le croci di Brigid, altro simbolo tipico di questa festa.
Le bambole possono essere "vestite" in cotone bianco o raso e pizzo per rappresentare la sposa. Si può anche scegliere di creare un "letto" ( un cesto di solito) per la bambolina, comunemente chiamato "letto di sposa".  Tra gli altri simboli troviamo ruote di  candele e di grano. Imbolc è rappresentata anche da animali che scavano. Tra le decorazioni dell'altare  si include una scopa a simboleggiare lo spazzare fuori il vecchio, un rametto di sempreverde, o una statua della Dea nel suo piccolo rappresentano l'aspetto Maiden.
Imbolc può essere simbolicamente rappresentato da un piatto di neve, da sempreverdi e / o candele. Ritualmente, si può scegliere  quali candele (simbolo della luce) tenere all'interno del Circolo. Si consiglia inoltre di inserire un simbolo della ruota sull'Altare. E 'tradizione celebrare Imbolc, al tramonto e subito dopo il rituale, accendere ogni lampada in casa - anche se solo per pochi istanti. Oppure, accendere candele in ogni stanza in onore della rinascita del sole. In alternativa, accendere una lampada a petrolio o un camino. Se la neve giace a terra, camminare per un momento, richiamando il calore dell'estate. Con la mano proiettiva, traccia l'immagine del Sole sulla neve. Altre attività possono includere la raccolta di pietre e la ricerca di segni di primavera. E 'considerato un “vietato” tagliare o raccogliere piante in questo momento.

Corrispondenze:

Data: 01-02 febbraio, o la prima luna piena in Acquario. Può anche essere celebrata nella primissimi segni della primavera, o la Luna piena più vicina al ugualmente in-tra Yule e Ostara. 2 agosto nel sud dell'emisfero.
Pronuncia: Pronuncia Imbolg "EM-bowl'g", "IM-bullug" o "IM-bulk" con un gutturale "k" alla fine. Imbolc "im 'molc" o "im' bolc”.
Altri Nomi: Imbolg, Imbolic (Celtico), Imbolgc Brigantia (Tradizione Caledonii, o Druidi), Candlelaria (artigianato messicano), Disting (Tradizione teutonica - celebrata il 14 febbraio), Candelora (alcune tradizioni pagane ), la Festa della Candelora e la Giornata di Santa Brigida (Christiani), Oimelc, Giorno Brigida, Luperco (Stregoneria), la Festa delle Luci, la festa della Vergine, il Festival di Bucaneve, o il Festival delle Luci
Tipo: Sabba Maggiore.
Etimologia : "nel grembo"oppure deriva dalla parola gaelica "oimelc" che significa "latte di pecora"  gaelico irlandese. "Nella pancia" Altri nomi includono Brighid (pronunciato "razza"), che è la dea irlandese, la cui festa si tratta, e Oimelc (pronunciato EE-mulk), che significa "pecora latte" in gaelico scozzese
Simbolismo: Festa della Luce e del Fuoco, i primi segni di vita restituendo, onorando la Dea Fanciulla, il ritorno della fertilità della terra, dicendo addio a Inverno si incoraggia la Primavera. Purezza, crescita e rinnovamento, la riunione della Dea e Dio, la fertilità, l'erogazione del modo vecchio e forma per il nuovo.  .
Posto nel ciclo naturale: fine dell'inverno e l'inizio della Primavera. I giorni in costante crescita più brillanti, anche se il freddo è ancora su di noi. La fine della metà oscura dell'anno è in vista; Imbolc è una celebrazione del ritorno della luce. E 'giunto il momento di prepararsi per la stagione della semina. Animali da branco hanno o dato alla luce la prole nella prima parte dell'anno o le loro grembi sono gonfi e il latte della vita sta scorrendo nei loro capezzoli e mammelle.
Mitologia: La Dea si riprende da parto, diventa Maiden. Il bambino solare Dio continua a maturare, se ne ha testimonianza con i giorni che si allungano le celebrazioni ruotano intorno alla luce luce.
Ciclo del dio: Il Re Quercia, ancora bambino, comincia a crescere come il Re Agrifoglio svanisce. Il re agrifoglio ora si accoppia con la Dea per poi morire nuovamente a Litha dopo aver dato alla terra la sua forza e la fertilità per la stagione della semina.
Animali: pecore, cervi, animali che scavano, mucca, agnello, drago, fenice, serpente, marmotta, il corvo imperiale, il cervo, rondini.
Decorazioni: fiocco di neve ritagli, fiori bianchi e gialli, Croci, semi, candele, animali imbalsamati, pecore, mucche, Letto da sposa, ruote candela, sempreverdi, attrezzi da giardino, carrelli di grano, aratro, lampada rossa o lanterne, neve nel calderone o in un piattino, ruote solari, fiori bianchi e gialli, Bambole di grano, la croce di Brigid, scopa.
Erbe aromatiche: basilico, legno di sandalo, angelica, mirra, rosmarino, angelica, alloro,
Fiori: crocchi, iris, calendule, violette. Tutti i fiori bianchi o gialli e fiori prima parte dell'anno.
Alberi: sempreverdi, Sorbo e Salice
Incensi: Basilico, alloro, cannella, vaniglia, mirra
Oli: Gelsomino, garofano, neroli, oliva, cannella, rosmarino, pisello dolce.
Mese celtico: Sorbo (Luis).
Piantea: Urano
Segno zodiacale: 15 gradi dell'Acquario
Luna: Luna della Tempesta, Luna calma, Luna del Lupo, Luna Immacolata.
Pietre: Cristallo di quarzo, opale, pietra di luna, avventurina, eliotropo, ametista, granato, onice, rubino, turchese.
Dee: Brighid, tutteVergine / Madre, Brid, la Fanciulla, la Dea della Primavera.
Dei: Cernunnos, Eros, Herne, Osiride, Pan, il Giovane Signore
Colori: bianco, rosa, rosso, giallo, verde, marrone.
Soglia: alba / aurora
Divieti: taglio o raccogliere piante
Tarocchi: le Stelle
Lavori Magici: è una celebrazione dei primi vagiti della primavera, e come tale è associata a nuovi inizi, la purificazione, e ispirazione. Questo è il tempo di preparare il giardino e scegliere i semi, è un buon momento per studiare il giardino magico e per benedire i semi. Ora è il momento giusto per riordinare la "cassa magica" e smaltire vecchi erbe, oli, incensi e simili. Pulizia e ri-consacrare del focolare domestico .
Strumenti per il rito: scopa, Bambola di grano, bolline, calderone, candele, attrezzi da giardino, lanterna, bacchetta
Calderone: neve, il latte, o primi fiori primaverili

Attività di Imbolc:


- Ora è un buon momento per detergere, purificare, e benedire casa casa. E 'un ottimo momento per lavorare all'interno, riparare mobili,  cambiare tovaglie, biancheria da letto, e le tende,  ridare la pittura  sui muri o  cambiare la carta da parati, fare le famose” pulizie di primavera”, eliminare l'inutile, fare spazio al nuovo.
- Pulire e purificare se stessi, dentro e fuori. Fare un bagno rituale, una sauna o bagno di vapore, bere molta acqua e succhi di frutta. Meditare per rimuovere la vostra mente e liberarla da vecchi limiti e pensieri negativi.
- Fare  la Fanciulla, Madre, Crone, Vanilla (nubile), la sposa per il cesto di Brigid.
-  E’ tradizione porre sull’ altare un simbolo della stagione che stiamo lasciando come un fiocco di neve , o neve vera e propria che può anche essere questa come simbolo per l’elemento acqua..
- Il Imbolc Eve, lasciate del pane imburrato in una ciotola coperto per le fate che viaggiano con Brighid
-  Lasciare cibo per gli animali e gli uccelli fuori.
- Fare una corona di luce (13 candele)
- Mettere una candela accesa ad ogni finestra o in ogni stanza della casa, accendendole al tramonto e lasciandole bruciare fino all’alba. Spegnere tutte le luci artificiali e accendere le candele soltanto.
- Dare il latte con la terra come offerta versandolo nel terreno. Questo viene fatto come offerta per il ritorno della fertilità e generosità della terra al suo popolo (il ritorno della primavera).
- Fare cuscini per i sogni.
- Fabbricarsi le candele per il nuovo anno che viene, o comprarle precedentemente, è in uso benedire i ceri durante questa festa.
- Lascia un nastro di seta a portata di mano di Brigid da benedire: può quindi essere utilizzata per scopi curativi.
- Meditate su cosa si provi ad essere un seme nel profondo della Terra, sentendo le prime avvisaglie della vita. Sdraiatevi sul pavimento e mettete fuori piccole radici fino a crescere e poi fiorire.
- potete uscire all’aperto e fare caos intono alla vostra casa battendo su pentole e tegami o suonando strumenti musicali per risvegliare gli spiriti della terra.
- Parlate con i semi che pianterete. Benediteli con amore Fate carrelli di mais o una culla per loro per farli dormire dentro.
- Inserire tre spighe di grano sulla porta come simbolo della Triplice Dea e lasciare fino a Ostara.
-  Lavori di artigianato e attività come il lavoro a maglia, uncinetto, cucito, ricamo, lavorazione del legno, scrapbooking, tessitura, canto, giardinaggio, poesia, birra, e divinazione in onore della Dea Brigid che regna su di Fuoco, Arte e guarigione.
- Appendete piccole strisce di tessuto sui rami di alberi e arbusti che possono essere utilizzati dagli uccelli per la nidificazione. I nostri amici pennuti apprezzeranno i fili colorati possono coglierli per costruire e fortificare i loro nidi. Scegliere tessuti in colori a tema con la festa: bianco, rosso, blu e verde. Non preoccupatevi di eventuali pezzi di tessuto che non vera colto dagli uccellini, se lasciate tessuti naturali saranno biodegradabili nel tempo.
-  Scegliere un albero da seguire stagionalmente vicino casa vostra, potrete osservare come cambi al mutare delle stagioni, portargli offerte e meditare al fondo di questo. Ovviamente sono preferibili alberi che non siano sempreverdi per notare ancor più i cambiamenti stagionali.  Si noti che frassino, sambuco, biancospino, quercia, sorbo, salice e sono considerati alberi sacri e sarebbero una scelta particolarmente potente.
- Pulire e rifornire il vostro armadio magico. Controlla la tua scorta di oli magici, erbe e incenso. Eliminare oli che hanno cambiato odore, o hanno un odore sgradevole. Eliminare le erbe che hanno un anno di età. Scartare l'incenso che ha perso il suo odore.
- Crea un rito di guarigione e di purificazione nella vostra vasca da bagno. Accendere candele bianche, e chiedere la Dea (o specificamente, Brigid) di benedire l'acqua. Lasciatevi immergere nelle acque curative, e mettere a fuoco le fiamme di candela mentre si medita sulla sua qualità curativa. Se avete un camino, asciugatevi al focolare, chiedendo la sua benedizione con l'elemento del Fuoco. Brigid è la Dea del Fuoco e acqua.
-  Fabbricare una croce di Brigid con dalla paglia, canne, steli di grano, o steli di altri cereali per onorare Brigid o l'aspetto fanciulla della Dea. Appendere sopra la porta d'ingresso per proteggere la casa dal fuoco o in qualsiasi stanza della vostra casa per invitare la Sua benedizione e protezione.
-Se si vuole compiere qualcosa di più tradizionale, si può uscire dopo l’imbrunire della vigilia di Imbolc, per andare a raccogliere un dono per Brigit (pietra, conchiglia, penna di uccello)

 

 

 



Fonti:

www.heartpaganism.tumblr.com
www.cittadiluce.forumattivo.eu

www.ilsalottodellastrega.myblog.it

www.witchofforestgrove.com

Ricerche personali.

L'arte della Strega - D. Morrison

Wicca - S. Cunningham